Archive for febbraio 2016

Sotto il muro dei 100 chili in Lombardia

La Rete Rifiuti Zero Lombardia insieme al Movimento nazionale Legge Rifiuti Zero ha lanciato nel 2014 la campagna: “Sotto il muro dei 100 kg: Comuni verso Rifiuti Zero”, con la volontà di richiamare l’attenzione degli Amministratori lombardi sulla quantità di rifiuti urbani residui che ogni cittadino produce in un anno (RUR pro-capite o indifferenziata media).

L’anno scorso il vincitore assoluto era stato il Comune di Bianzano, (che nel frattempo è diventato, con delibera di Consiglio Comunale e istituzione di un osservatorio RZ un Comune Rifiuti Zero) e a Cassano Magnago era stato conferito l’attestato per la categoria dei comuni sopra i 20.000 abitanti.

Attraverso l’elaborazione dei dati ARPA Lombardia anno 2014 sui 1.546 Comuni della Regione sono stati individuati anche quest’anno i comuni più virtuosi:

S.Giovanni del Dosso (Mn) con 29 Kg/ab*anno di rifiuto indifferenziato, Sustinente (Mn)  33  “”, Bianzano (Bg) 37  “”, Suzzara (Mn) 51  “”, Cassano Magnago (Va)  62  “”

Il premio servirà soprattutto per evidenziare i motivi del successo dei 5 comuni, quindi metodologie di raccolta e buone pratiche che hanno permesso il risultato e sarà anche occasione di confronto fra i comuni sulla gestione dei rifiuti.

Per dare più risalto alla campagna quest’anno abbiamo ottenuto che la premiazione dei comuni avvenga in Regione Lombardia alla presenza dellAssessore Regionale all’Ambiente Claudia Maria Terzi e del nostro Enzo Favoino il 17 marzo 2016.

Estenderemo l’invito anche ai gestori delle cinque amministrazioni.

Un saluto, Patrizia Teoldi

Lettera alla Commissione Parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti

Lo scorso Martedì 2 Febbraio il nostro Coordinamento ha partecipato presso la Prefettura di Genova ad un incontro con la Commissione Parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati.

La Commissione ha relazionato in merito alla propria attività e circa la relazione che ha prodotto e che trovate QUI.

Nell’occasione abbiamo letto il documento che trovate QUI