Posts Tagged ‘Compostaggio’

COP 21 decalogo sul consumo di energia

DECALOGO SUL CONSUMO DI ENERGIA

  1. Per spostarti preferisci mezzi pubblici o bici, limitando al minimo uso di auto o moto. Lascia che i tuoi figli usino il bus scolastico e falli camminare, evita di accompagnarli in auto.
  2. Modera la temperatura del riscaldamento in casa: riducendola da 20° a 18° diminuisci i consumi e quindi le emissioni di CO2 e la bolletta! Se fa troppo caldo: chiudi i termosifoni invece di aprire finestre.
  3. Per rinfrescare d’estate non usare condizionatori ma ventilatori, limita l’irraggiamento solare con tende e protezioni, apri le finestre di notte per ventilare con aria più fresca.
  4. Cambia fornitore di elettricità per finanziare fonti alternative e sostenibili (fotovoltaico, microeolico, piccolo idroelettrico): così eviterai di finanziare centrali a carbone.
  5. Pianta alberi e coltiva piante ovunque puoi: catturano CO2 dall’atmosfera, usano il carbonio per nutrirsi e restituiscono ossigeno, disgregano le sostanze inquinanti.
  6. Separa i rifiuti organici (scarti di cucina o umido) per il compostaggio: così si recupera materia (il carbonio torna alla terra e la migliora) e si riducono i rifiuti in discarica e si contrasta il dissesto idrogeologico.
  7. Fai la raccolta differenziata dei rifiuti! Separa carta, plastica, vetro e altre frazioni, così andranno alle industrie di riciclo e non agli inceneritori o in discarica.
  8. Nei tuoi acquisti, fai attenzione alle certificazioni ambientali! puoi acquistare prodotti amici dell’ambiente che usano materie prime sostenibili e non richiedono lunghi trasporti.
  9. Installa impianti solari sul tuo tetto! con il solare fotovoltaico avrai elettricità, con il solare termico acqua calda tutto l’anno, aiutando ambiente e portafoglio.
  10. Informati sui tuoi diritti, sugli impatti delle tue azioni, sulle iniziative del tuo territorio, sui tuoi doveri, per aiutare l’ambiente, che è la nostra casa.

PRESIDIO ENERGIA  SAVONA 29-11-15  MARCIA GLOBALE PER IL CLIMA

SERR 2015 (settimana europea riduzione rifiuti) scadenza 12 novembre

Da Roberto Cavallo:

Cari tutti, provo a usare i social come social: una fusione tra sociologia e tecnologia.
Qualche mese fa (era agosto) tantissimi mi hanno scritto indignati per un decreto del Minambiente che prevedeva la costruzione di 12 inceneritori. Non torno sul merito.
Vi chiedo però di dimostrare a voi stessi che quegli inceneritori non servono senza aspettare che qualcuno decida dall’alto.
Lo possiamo fare approfittando della SERR dal 21 al 28 novembre prossimi.
E’ sufficiente prendere un impegno (incominciare a fare il compostaggio domestico, andare a fare la spesa con una borsa riutilizzabile, scambiare vestiti o oggetti che non si utilizzano più, far riparare un oggetto, dire no alla pubblicità anonima in buca, mille e un’idea) e iscriverlo per dare un segno concreto che ci impegniamo nel quotidiano.
So che è più facile lamentarsi, criticare, ma proviamo ad applicare la teoria del Colibrì che porta la sua goccia per spegnare il fuoco.
Siete più di 2mila ai quali questo messaggio passerà sotto gli occhi. C’è chi lo leggerà, chi lo scorrerà in qualche secondo. Se ciascuno lo condivide, considerando una media di 500 nuovi contatti, diventeranno 1 milione le persone che leggeranno.
Se anche solo il 10% iscrive il proprio impegno e quell’impegno contribuisse a risparmiare anche solo 1 chilo di rifiuti al giorno per ciascuno per tutta la settimana significherebbe spegnere un inceneritore.
Altro che goccia!
E allora? Cosa aspettate??
Condividete ed iscrivete la vostra azione su http://www.menorifiuti.org/istruzioni-serr-2015/
La scadenza è stata prorogata al 12 novembre: c’è ancora tempo!
Fatemi vedere come cresce il contatore delle azioni!!!


Migliaia di posti di lavoro in Liguria con Gestione Corretta Rifiuti

Lo scorso 18 Maggio durante un incontro pubblico organizzato a Pietra Ligure per rispondere a domande di Associazioni e Comitati del Forum beni comuni legalità diritti, Renata Vela, referente regionale del Coordinamento ligure GCR, ha consegnato ad alcuni candidati alle elezioni regionali il documento che trovate QUI dal titolo “DALLE PAROLE AI FATTI: ATTUAZIONE A LIVELLO REGIONALE DEL PERCORSO VERSO RIFIUTI ZERO”.
Il documento è poi stato inviato via e-mail, affinché i candidati lo facciano conoscere alle loro liste.
Quelle che ne condividono il contenuto potranno aderire.
Nel documento sono indicate 3 modifiche sostanziali al Piano regionale Rifiuti approvato dal Consiglio regionale uscente il 25 marzo 2015, spiegato in 2 minuti al pubblico presente.
Il documento è stato consegnato ai seguenti candidati:
Roberto Melone per Progetto Altra Liguria,
Andrea Melis per Movimento 5 Stelle
Enrica Tonola per Rete a Sinistra,
Luigi De Vincenzi per Lista Paita,
Gianni Dovis per Partito Comunista Lavoratori,
Marco Melgrati per Forza Italia,
Simone Giadresco per Liguria Libera.
Fratellanza Donne non era presente all’incontro
Ad oggi hanno dichiarato di sottoscrivere il manifesto:
Antonio Bruno, Roberto Melone, Rosaria Lombardi e Federico Valerio per Progetto Altra Liguria.
Alice Salvatore per Movimento 5 Stelle.
Enrico Pignone per Rete a Sinistra.
Verranno resi noti tutti gli aderenti.

Corso gratuito di Compostaggio ad Albenga

volantino corso

Clicca sull’immagine.

Il 7 marzo ci sarà un corso di compostaggio gratuito ad Albenga!

Ecco le informazioni:

dove: ALBENGA, sala DLF atrio Stazione
chi: Federico Valerio (comitato scientifico Movimento LEGGE RIFIUTI ZERO)
orari:

  • dalle 10.30 alle 12.30 per maestri compostatori *
  • pranzo all’Osteria Pappa col pomodoro (12 euro)
  • dalle 15 alle 17 per chi incomincia da zero APERTO A TUTTI
  • a seguire incontro di verifica

*I maestri compostatori sono disponibili per proporre corsi di compostaggio e visite a domicilio per dare consigli ai compostatori domestici.

17 gennaio 2015: Via ai banchetti informativi della Campagna Compostiamoci Bene a Sanremo e Imperia

Logo_Compostiamoci_bene_faccettaSabato 17 gennaio 2015 a Sanremo e Imperia partiranno i banchetti informativi per il compostaggio e per impianti di compostaggio locali. Sanremo Sostenibile e m’IMporta hanno entrambi aderito alla Campagna Compostiamoci Bene e ne promuoveranno i punti principali.

Sanremo Sostenibile organizza i banchetti nei sabati: 17 – 24 gennaio in P.zza Colombo e 31 gennaio 7 febbraio in Via Escoffier. Ai banchetti vi sarà la possibilità di informare i cittadini sulle pratiche del compostaggio domestico, sia quello tradizionale fatto da chi ha uno spazio esterno dove mettere la compostiera, che quello “da balcone” che può praticare chiunque, perché la piccola compostiera può trovare spazio in casa, sul balcone, dove si vuole. Chiaramente Sanremo Sostenibile punta a incentivare molto il secondo, perché potrebbe veramente allargare in modo sensibile questa pratica e quindi portare ad una sensibile riduzione dei rifiuti. Al banchetto ci sarà materiale divulgativo da distribuire ai cittadini, ma anche le compostiere da fare vedere e “toccare”. Al banchetto si farà infine una raccolta firme (e così anche nelle altre città della Provincia) per richiedere al Comune la creazione di un impianto di compostaggio aerobio comunale.

m’IMporta partirà sabato 17 gennaio con il primo banco informativo presso Piazza San Giovanni di Imperia per sapere di più sulla separazione dell’organico ed il compostaggio. I banchetti informativi dureranno cinque giornate, precisamente 17, 24 e 31 gennaio, 7 e 14 febbraio 2015. Ogni giornata sarà dedicata ad un tema specifico riguardante la problematica dei rifiuti, verranno affrontati tutti gli aspetti rilevanti delle seguenti componenti: organico (umido), plastica, carta, vetro e rifiuti speciali, riuso e riduzione. Non si tratterà di comizi all’aria aperta, bensì lo staff si renderà disponibile a rispondere a dubbi e/o perplessità e tenterà di informare la cittadinanza per regalare ad ognuno un qualcosa di impagabile: maggior consapevolezza e coscienza ambientale. Ogni sabato il banco sarà presente dalle ore 10 alle 12:30, si fornirà materiale informativo sull’ecosostenibilità, sul progetto m’IMporta e le iniziative, ma soprattutto si offrirà la possibilità di creare un dibattito, di scambiarsi opinioni e conoscenze. Sabato 17 gennaio si parlerà di come separare l’organico e dell’autocompostaggio, per non sciupare niente ed ottenere un potente fertilizzante naturale (compost) sfruttando i cicli naturali della natura. Si parlerà della Campagna Compostiamoci Bene – alla quale m’IMporta ha aderito – che promuove la pratica di autocompostaggio con sconti sulle tasse e la creazione di centri di compostaggio locali.

Rifiuti o Risorse? – GCR a Varazze.

Logo_Compostiamoci_bene_faccettaRingraziamo i cittadini presenti e gli organizzatori dell’evento “Rifiuti o Risorse? Quali strategie?” di mercoledì 19, tenutosi al Teatro Don Bosco di Varazze e organizzato da M5S Varazze.

Erano stati invitati gli amministratori di Varazze e noi di GCR siamo dispiaciuti di non averli incontrati, perché sarebbe stato interessante confrontarsi e capire da loro quali sono i limiti e le perplessità che impediscono di andare in direzioni più rispettose dei diritti dei cittadini, adottando soluzioni di corretta gestione dei rifiuti. Era presente all’evento solo un consigliere della maggioranza.

Abbiamo parlato di valore dei materiali e di Rifiuti Zero: clicca qui per vedere la presentazione.

Abbiamo inquadrato la gestione dei rifiuti in provincia di Savona e lanciato la CampagnaCompostiamoci Bene“: a questo link puoi capire di cosa si tratta e sostenere la campagna Compostiamoci Bene con gli strumenti che abbiamo messo a disposizione; cliccando qui puoi leggere la presentazione.

Infine abbiamo promosso il compostaggio di comunità: clicca qui per approfondire.

Cosa non funziona nel nuovo piano rifiuti regionale

Riportiamo il testo del volantino distribuito a Finale L. durante l’incontro con Rossano Ercolini.
E’ un manifesto che individua le cause principali dell’arretratezza della Liguria in questo campo e pone in evidenza le principali proposte alternative che potrebbero capovolgere la situazione; su questo si dovrà basare il nostro impegno nel prossimo futuro.

Cosa NON funziona nel nuovo PIANO RIFIUTI regionale?
• obiettivo 65% di Raccolta Differenziata prorogato di ben 8 anni
• ancora nel nostro territorio discariche inquinanti di rifiuti indifferenziati
• produzione di CSS (Combustibile Solido Secondario) che verrà bruciato nelle centrali termoelettriche e nei cementifici con grave danno per la salute
Perché abbiamo diritto ad una gestione dei rifiuti corretta?
• per evitare ulteriori danni all’ambiente e alla salute
• per ridurre tariffe già troppo elevate
• per creare nuove opportunità di lavoro

Come si fa una corretta gestione dei rifiuti?
• raccolta porta a porta per ottenere frazioni pulite e aumentare il riciclo
• aprire centri di riuso e riparazione
• piattaforme di raccolta gestite da Aziende pubbliche
• introdurre tariffe puntuali basate su indifferenziato prodotto
• favorire impianti di compostaggio

Tutte scelte fondamentali per evitare combustioni e discariche
“NON BRUCIAMO IL FUTURO” Rossano Ercolini -Finale Ligure 10-8-14