Italia del riciclo 2019

Il Rapporto “L’Italia del Riciclo 2019”, a cura di Fise Unicircular (Unione Imprese Economia Circolare) e Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile conferma che l’Italia è all’avanguardia dell’industria del riciclo: al terzo posto nella Ue per il recupero degli imballaggi (tasso di riciclo del 67%), dopo la Germania (71%) e la Spagna (70%).

Cresce meno invece il tasso di utilizzo circolare della materia al 17%, in quinta posizione in Europa (dietro Paesi Bassi, Belgio, Francia, Regno Unito). Infatti le materie prime seconde provenienti dal riciclo hanno sostituito in parte inferiore le materie prime vergini impiegate nella realizzazione dei prodotti. Per esempio poca della plastica riciclata è impiegata per produrre nuove bottiglie.

Cresce, purtroppo, la quantità di rifiuti che produciamo, da 155 milioni di tonnellate a 164 (+6%); ma cresce ancor di più il riciclo (+42%), da 76 a 108 milioni di tonnellate.

Questi i tassi di riciclo delle singole filiere: carta 81%, vetro 76%, plastica 45%, legno 63%, alluminio 80%, acciaio 79%.

ARTICOLO COMPLETO, con in fondo la possibilità di scaricare il RAPPORTO

L’ITALIA DEL RICICLO EDIZIONE 2019

Quanti pianeti per i nostri consumi?

recupero materia

“Il nostro programma di lavoro che suggerisco nel contratto da offrire agli italiani: una legge verso #RifiutiZero. Viva il nostro Pianeta”.

Rossano Ercolini @zerowasteitaly al #sum2 di Ivrea.
L’intervento.

CS Commissione Europea su plastica

isola di plastica

Queste sono isole artificiali fatte di rifiuti di plastica nell’Oceano Pacifico. Le hanno create il consumo crescente di plastica, il diffondersi dell’usa e getta in tutto il mondo e l’irresponsabile abbandono nell’ambiente; il danno crescente a pesci e mammiferi marini che se ne cibano, comporta poi anche un rischio per la salute umana tramite la catena alimentare.

Per contrastare tutti questi danni causati dai rifiuti di plastica, la Commissione Europea propone una nuova strategia per proteggere il pianeta e i cittadini e responsabilizzare le imprese:   tutti gli imballaggi di plastica sul mercato UE saranno riciclabili entro il 2030, l’utilizzo di sacchetti di plastica monouso sarà ridotto e l’uso intenzionale di microplastiche sarà limitato. Il comunicato stampa a questo link:

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-18-5_it.htm